Pinzolo Dolomiti

Inter a Pinzolo - 9-20 luglio 2014
Ritiro pre-campionato dell'Inter a Pinzolo

Programma del Ritiro dell'Inter - dal 9 al 20 luglio 2014 >>>

L'Inter torna a Pinzolo per la quarta volta consecutiva - luglio 2014

Ha preso il via il ritiro dei nerazzurri, in Trentino per il quarto anno consecutivo. Ingresso gratuito agli spalti del Centro Pineta per tutti i tifosi.

20.07.2014 - L'Inter saluta Pinzolo superando di misura il Prato

Di fronte a più di 4500 spettatori l’Inter ha salutato Pinzolo superando per 1-0 il Prato nell’incontro amichevole che ha chiuso il quarto ritiro in Val Rendena. Partita piacevole, al termine della quale il pullman nerazzurro è partito alla volta di Milano, con tanti applausi per un ispirato Kovacic e per i nuovi acquisti Vidic e M’Vila, con l’Inter intraprendente e abile nel creare numerose palle gol ma altresì imprecisa negli ultimi sedici metri.
Mazzarri, per la gara contro i toscani, militanti in Lega Pro e ricchi di giovani provenienti dal settore giovanile dell’Inter, ha riproposto inizialmente il 3-5-2 provato e riprovato durante il ritiro all’ombra delle Dolomiti. Rispetto alla gara con il Trentino Team, sono due le novità nel pacchetto arretrato con Handanovic a protezione della porta e l’esordiente Vidic al centro della difesa nerazzurra, con Ranocchia e Juan Jesus ai suoi fianchi. A centrocampo debutto stagionale per Mateo Kovacic, aggregatosi al gruppo a ritiro inoltrato dopo le fatiche brasiliane: il croato, il più intraprendente nella prima frazione di gioco, ha affiancato Kuzmanovic e Jonathan, con D’Ambrosio e Obi sulle corsie laterali. Confermato il tandem d’attacco formato da Icardi e dal giovane Bonazzoli, di fatto le uniche due punte a disposizione di Mazzarri.
Un diligente Prato, sospinto da una nutrita pattuglia di tifosi giunti appositamente dalla Toscana, ha cercato di difendersi con ordine, andando in difficoltà solamente sulle folate di un incontenibile Kovacic. Il gioiellino croato è entrato in tutte le azioni pericolose dell’Inter, strappando applausi a ripetizioni grazie alle sue accelerazioni palla al piede. Per tre volte, nei primi quarantacinque minuti di gioco, ci ha provato personalmente non inquadrando di un soffio lo specchio della porta, mentre in altre due circostanze ha suggerito assist al bacio a Icardi, abile a smarcarsi a centro area ma impreciso nelle conclusioni a rete. Nel finale di tempo chance anche per Bonazzoli (tiro debole e centrale) e Obi (diagonale deviato in angolo da Ivusic).
Nella ripresa Mazzarri ha lanciato nella mischia fin dal 1’ M’Vila e Andreolli (per Kuzmanovic e Vidic), l’Inter ha continuato a premere sull’acceleratore e ha creato altre due ghiotte occasioni con Bonazzoli (palla alta) e Jonathan (murato dalla difesa). Con gli ingressi di Mbaye, Schelotto e Laxalt, Mazzarri ha ridisegnato l’Inter proponendo la difesa a quattro e la mossa si è rivelata azzeccata perché poco dopo, al 23’, proprio il neo entrato Mbaye, tornato alla base dopo una stagione molto positiva a Livorno, ha sbloccato il risultato, insaccando di testa un preciso corner dalla sinistra calciato da Obi. La rete del giovane esterno senegalese resterà l’unica fino al triplice fischio finale di una gara piacevole che ha regalato a Mazzarri e al suo staff indicazioni positive in vista del lavoro da svolgere nel prosieguo della preparazione.
Ieri sera piazza Carera ha ospitato l’ultimo evento dedicato al pubblico: Handanovic e Kovacic sono saliti sul palco e hanno portato il proprio saluto e quello della squadra ai tantissimi tifosi che hanno affollato la piazza nel centro storico di Pinzolo.

Il tabellino della partita

Inter - Prato 1-0

Rete: 23' st Mbaye (I)
Inter (3-5-2): Handanovic (1' st Carrizo); Ranocchia (31' st Silvestre), Vidic (1' st Andreolli), Juan Jesus; D'Ambrosio (22' st Mbaye), Jonathan (17' st Laxalt), Kuzmanovic (1' st M'Vila), Kovacic (22' st Puscas), Obi (31' st Steffè); Icardi, Bonazzoli (20' st Schelotto). A disposizione: Sciacca, Palazzi, Ventre, Rocca. Allenatore: Walter Mazzarri
Prato (4-3-1-2): Ivusic (15' st Brunelli); Bandini, Ghidotti, Rickler (15' st Bengala), Guelfi (15' st Longo); Romanò, Pasa (40' st Matteo), Cavagna (31' st Miccinesi); Gabianelli (15' st Grifoni); Ogunseye (15' st Fofanà), Benedetti. Allenatore: Vincenzo Esposito
Arbitro: Denis Stefani di Arco-Riva (assistenti Patil e Luciani)
Note: spettatori 4500 circa

20 luglio - Inter - Prato

19.07.2014 - Febbre nerazzurra a Pinzolo: ben 9000 gli ingressi

Altre due intense sedute d'allenamento, la “Notte nerazzurra” di ieri sera, il pubblico delle migliori occasioni, la presentazione di M'Vila e l'attesa che cresce di ora in ora in vista dell'amichevole di domani contro il Prato. Il ritiro nerazzurro a Pinzolo è entrato nella sua fase conclusiva, con Mazzarri impegnato a far crescere la squadra giorno dopo giorno e con i tifosi sempre più innamorati della nuova Inter che sta nascendo in Val Rendena. Oggi, infatti, sono state addirittura 9000 le persone che hanno varcato i cancelli del Centro sportivo Pineta, 4000 al mattino, ben 5000 per la seduta pomeridiana. Anche ieri sera in piazza Carera sono stati tantissimi i supporter di fede nerazzurra che non hanno voluto mancare all'appuntamento ravvicinato con Andrea Ranocchia, spigliato e con le idee chiare nel rispondere a tutte le domande presentate nei giorni scorsi dai tifosi tramite i canali social della società.
“La fascia di capitano? Sento più responsabilità, ma non mi pesa per niente - ha confessato - Ho imparato dal migliore, Zanetti, ed ora è il momento giusto per trasmettere tutto ciò agli altri e per rappresentare la squadra. L'obiettivo è quello di riuscire a far capire ai ragazzi cosa significa essere interisti. Non è facilema è molto stimolante.
Oggi, al termine dell'allenamento della mattina (riscaldamento, circuito di forza e schemi offensivi), i riflettori delle telecamere sono stati puntati su Yann M'Vila, protagonista al centro sportivo Pineta della presentazione ufficiale alla stampa.
“Voglio dare il massimo per questo club - ha esordito il centrocampista francese prelevato dal Rubin Kazan, seduto al fianco del direttore sportivo Piero Ausilio - Vedo nell'Inter un progetto ambizioso, una società che vuole tornare in alto. Proprio come me. Il mediano ha poi parlato del suo impatto con la nuova realtà trovata a Pinzolo. “Ho scoperto la preparazione all'Italiana, mi piace molto. Tutti noi stiamo seguendo Mazzarri, il gruppo è davvero unito. Quando ho saputo dell'interessamento dei nerazzurri non ho esitato e ho accettato immediatamente.
Questa sera, in piazza Carera, saranno Handanovic, Ranocchia e Kovacic i protagonisti di un altro momento dedicato ai tifosi che hanno scelto di seguire i propri beniamini nel ritiro rendenese. I tre giocatori saliranno sul palco per un saluto al pubblico, sempre caloroso e vicino alla squadra, tanto al Centro sportivo Pineta, quanto durante gli eventi in piazza.
Domani l'Inter effettuerà in mattinata una breve seduta di risveglio muscolare nella palestra dell'hotel, senza scendere in campo. Le tribune, quindi, saranno accessibili ai tifosi solo in occasione del match pomeridiano contro il Prato, formazione militante in Lega Pro, il cui calcio d'inizio è previsto alle 16. Quella contro i toscani, che hanno iniziato oggi il proprio ritiro in Val Rendena, sarà la seconda ed ultima amichevole che disputeranno a Pinzolo i nerazzurri, che mercoledì avevano fatto l'esordio stagionale superando per 6-1 il Trentino Team.

19 luglio - Seduta mattutina di allenamento

18.07.2014 - A Pinzolo tutto è pronto per il 'Gran finale'

Sole, sudore e tanto lavoro. Sotto un sole splendente che ha “riscaldato” fin dal mattino Pinzolo e la Val Rendena, Mazzarri ha proposto una doppia seduta d’allenamento particolarmente intensa. Dopo la mezza giornata di libertà concessa ieri alla squadra, con qualche giocatore che ne ha approfittato per dedicarsi alla pesca sportiva al Laghetto Salmerino di Vigo Rendena ed altri che hanno visitato le cascate del Nardis, in Val Genova, Icardi e compagni sono tornati ad allenarsi sia al mattino che al pomeriggio, salutati e applauditi dai tanti tifosi interisti presenti anche oggi al centro sportivo Pineta. Vario il programma delle due sedute: al mattino non è mancata la consueta razione di parte atletica, mentre al pomeriggio Mazzarri ha insistito soprattutto sulla parte tecnico-tattica, proponendo, per la gioia degli spettatori, numerose partitelle. La giornata si concluderà questa sera con l’attesa “Notte nerazzurra”, in programma in piazza Carera, nel centro storico di Pinzolo. L’ospite della serata sarà il nuovo capitano Andrea Ranocchia, chiamato a rispondere alle domande presentate dai tifosi.
Domani i riflettori saranno invece puntati su Yann M’Vila. Il centrocampista francese, che da alcuni giorni ha iniziato ad allenarsi con i suoi nuovi compagni, esordendo per una mezz’ora nel test amichevole con il Trentino Team, verrà ufficialmente presentato ai media alle 12, presso la sala stampa del centro sportivo Pineta di Pinzolo. Un’occasione importante per tutti i giornalisti per conoscere meglio il mediano transalpino, uno dei tre volti nuovi, assieme a Vidic e Dodò, a disposizione di Mazzarri.
Anche domani il tecnico livornese “torchierà” la squadra sia al mattino che al pomeriggio, in due sedute aperte, come sempre, gratuitamente ai tifosi. In Val Rendena è atteso il pubblico delle grandi occasioni in vista del weekend che chiuderà ufficialmente il quarto ritiro nerazzurro all’ombra delle Dolomiti. Due gli appuntamenti da segnare con il pennarello rosso: domani sera tre giocatori dell’Inter (Handanovic, Ranocchia e Kovacic) saluteranno i tifosi nell’incontro previsto alle 21 in piazza Carera, mentre domenica spazio alla seconda ed ultima amichevole, in programma alle 16, a Pinzolo, contro il Prato, formazione militante nel campionato di Lega Pro. La prevendita dei biglietti prosegue presso il “Villaggio Trentino”, adiacente al campo di gioco: i tagliandi sono in vendita fino a domani, dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18, e il giorno stesso della gara, a partire dalle ore 9. I biglietti potranno essere acquistati inoltre presso il circuito Casse Rurali. I prezzi variano, a seconda della posizione scelta, dai 15 ai 35 euro per i tagliandi interi e dagli 8 ai 13 euro per i ridotti (dai 6 ai 12 anni, ingresso gratuito invece per i bambini sotto i 6 anni).

18 luglio - Allenamento al Pineta di Pinzolo

18 luglio - Allenamento al Pineta di Pinzolo

17.07.2014 - Domani è in programma la 'Notte nerazzurra'

Una sola seduta d'allenamento, per smaltire le tossine accumulate durante la prima parte del ritiro a Pinzolo e per recuperare le energie profuse ieri nella proficua amichevole con il Trentino Team, vinta dai nerazzurri per 6-1 davanti ai quasi 3000 spettatori che hanno gremito gli spalti del centro sportivo Pineta. Oggi la squadra si è allenata solamente al pomeriggio: seduta mista, con una parte aerobica, esercizi di tecnica e movimenti tattici, con Mazzarri che ha provato la difesa a quattro, abbandonando per un giorno lo schieramento a tre adottato con continuità nei giorni scorsi. In campo si sono rivisti anche Vidic, che ha smaltito l'affaticamento muscolare, e Kovacic, giunto martedì dopo le “fatiche” brasiliane e subito applauditissimo dal pubblico presente a Pinzolo.
Nel primo pomeriggio, dopo la mezza giornata di libertà concessa al gruppo da Mazzarri, quattro giocatori dell'Inter hanno avuto l'occasione di conoscere una delle tante bellezze ambientali offerte dal territorio. Kovacic, Juan Jesus e i giovani Palazzi e Steffè si sono infatti recati a Vigo Rendena al Laghetto Salmerino, uno specchio d'acqua immerso nella cornice naturale del Parco al Sarca dove è possibile praticare la pesca sportiva: accompagnati da alcuni dirigenti nerazzurri e ripresi dalle telecamere di Inter Channel, i quattro giocatori hanno trascorso un'oretta all'insegna dello sport e del divertimento, prendendo confidenza con questa particolare disciplina.
«È stato un momento piacevole e divertente - conferma Walter Ferrazza, sindaco di Bocenago, presente assieme al sindaco di Vigo Rendena, Ezio Loranzi - ma soprattutto un'occasione per dare lustro e visibilità ad una “perla” della valle, che rappresenta una delle numerose opportunità turistiche della Val Rendena. Grazie alle telecamere di Inter Channel abbiamo potuto far conoscere una delle eccellenze ambientali del nostro territorio, invitando i tifosi nerazzurri a recarsi in questo ambito non solo per sostenere i propri beniamini ma anche per praticare una vacanza all'insegna del relax, dello sport e del divertimento».
Domani la squadra svolgerà una doppia seduta d'allenamento aperta gratuitamente al pubblico, al mattino e al pomeriggio, prima dell’attesa “Notte nerazzurra”, in programma alle 21 in Piazza Carera, nel centro storico di Pinzolo. L’ospite della serata sarà Andrea Ranocchia, nuovo capitano della formazione nerazzurra, il quale risponderà alle domande dei tifosi.

16.07.2014 - Esordio stagionale nel segno di Mauro Icardi

È già l’Inter di Mauro Icardi. Il centravanti argentino, apparso in una condizione atletica più che buona, ha bagnato il proprio esordio stagionale con due reti, mettendo la propria firma nel 6-1 rifilato dai nerazzurri al Trentino Team. Di fronte a quasi tremila spettatori, accorsi in Val Rendena per non perdersi la prima uscita ufficiale dell’Inter, Ranocchia e compagni hanno offerto una prestazione convincente, giocando a buoni ritmi nonostante i pesanti carichi di lavoro accumulati nei primi sette giorni del ritiro di Pinzolo.
«I ragazzi hanno lavorato molto bene - ha confermato a fine gara Walter Mazzarri - hanno disputato una buona partita, anche se i carichi di questi giorni sono stati pesanti. Jonathan? C'è grande disponibilità da parte di tutti, il brasiliano si sta adattando a fare la mezzala e secondo me potrà comportarsi bene anche in questo ruolo».
Per la prima sgambata stagionale il tecnico livornese è ripartito dal modulo utilizzato nella passata stagione e riproposto con continuità anche in questa fase di preparazione in quota, un 3-5-2 con Icardi e il giovane Bonazzoli a formare la coppia d’attacco. A centrocampo spazio a Kuzmanovic in regia, con Jonathan e Obi interni, D’Ambrosio e il nuovo acquisto Dodò a presidiare le corsie laterali. Nel reparto arretrato, a protezione della porta difesa da Carrizo, capitan Ranocchia è stato affiancato da Juan Jesus e Andreolli.
I nerazzurri, orfani di Handanovic, Botta e Vidic (oltre, ovviamente, ai giocatori reduci dal Mondiale brasiliano, compreso Kovacic, arrivato solamente oggi a Pinzolo), hanno sfruttato il maggior tasso tecnico per imporre fin dalle prime battute il proprio gioco, cercando di sfruttare le discese degli esterni Dodò e D’Ambrosio e le sovrapposizioni dei vivaci Obi e Jonathan (il più acclamato e applaudito dal pubblico). Proprio il numero due brasiliano ha avuto l’onore di sbloccare il risultato dopo appena 8’, chiedendo e ottenendo triangolo da Icardi e battendo imparabilmente Fracalossi. Il raddoppio è arrivato al 23’: fallo in area di Moscatelli su Jonathan, Fracalossi respinge il penalty di Icardi, ma nulla può sulla successiva ribattuta del centravanti argentino. Il numero nove dell’Inter, apparso già in buona condizione, ha regalato il personale bis tre minuti più tardi, sfruttando la torre di Ranocchia e anticipando sotto misura l’estremo difensore del Trentino Team. A tre minuti dallo scadere della prima frazione di gioco c’è stata gloria anche per Federico Bonazzoli, il giovanissimo attaccante classe 1997 promosso in prima squadra direttamente dalla formazione Allievi, in gol su assist dalla destra di D’Ambrosio.
Nella ripresa spazio fin dal 1’ a Silvestre, Schelotto e Laxalt, tre giocatori rientrati in estate dai rispettivi prestiti, mentre successivamente Mazzarri ha dato spazio anche a Berni, Steffè, Ventre, Puscas, Palazzi, Sciacca e all’attesissimo M’Vila, subentrato a Kuzmanovic al 60’, al debutto assoluto con la maglia dell’Inter. Poco prima, al 56’, a strappare gli applausi del folto pubblico del centro sportivo Pineta è stato nuovamente Bonazzoli, con un gran tiro da fuori area terminato nel sette alla destra dell’incolpevole Rossatti. Nell’ultima mezz’ora di gioco i ritmi sono comprensibilmente calati, con il Trentino Team che ha trovato la rete della bandiera all’88’ con Alessio Mariotti, abile ad approfittare di un’indecisione di Berni. Nel recupero è arrivata la sesta ed ultima rete dell’Inter, firmata, con una penetrazione centrale, da Juan Jesus.
Domani la squadra si allenerà solamente al pomeriggio, in una seduta aperta al pubblico e agli operatori delle televisioni. Venerdì, invece, doppio allenamento prima dell’attesa “Notte nerazzurra” in piazza Carera con ospite Andrea Ranocchia.

Il tabellino della partita

Inter - Trentino Team 6-1

Reti: 8’ Jonathan, 23’ e 26’ Icardi, 42’ e 56’ Bonazzoli, 88’ Mariotti (T), 91’ Juan Jesus

Inter (3-5-2): Carrizo (60’ Berni); Andreolli (46’ Silvestre), Ranocchia (73’ Sciacca), Juan Jesus; D’Ambrosio (46’ Schelotto), Jonathan (68’ Palazzi), Kuzmanovic (60’ M’Vila), Obi (60’ Steffè), Dodò (46’ Laxalt); Bonazzoli (60’ Ventre), Icardi (73’ Puscas). Allenatore: Walter Mazzarri

Trentino Team (4-4-2): Fracalossi; Trotter, Nardin, Sega, Moscatelli; Panizza, Maldonado, Condini, Varesco; Donati, Garniga. Entrati a partita in corso: Cellana, Dalfovo, Filosi, Grassi, Gretter, Mariotti, Rossatti, Sherim, Pozza, Rosà, Zatelli, Maffei. Allenatore: Florio Maran

Arbitro: Spadaccini di Trento (assistenti: De Cristoforo e Ikoumba)

Note: spettatori 3000 circa, campo in ottime condizioni

16 luglio 2014 - Inter-Trentino Team

15.07.2014 - Alle 17 Icardi e compagni sfideranno il Trentino Team

L’attesa è terminata, Yann M’Vila è finalmente un giocatore dell’Inter. Grande sorpresa in mattinata al centro sportivo Pineta di Pinzolo: tra i giocatori impegnati a lavorare agli ordini di mister Mazzarri c’è anche il centrocampista francese prelevato dal Rubin Kazan, terzo acquisto dei nerazzurri dopo Vidic e Dodò. Terminata la procedura di tesseramento, il mediano transalpino ha finalmente potuto aggregarsi al gruppo e affiancare sul rettangolo di gioco i nuovi compagni di squadra. Il ritiro rendenese dell’Inter, giunto al settimo giorno, è stato caratterizzato da una doppia seduta d’allenamento: al mattino riscaldamento, lavoro di forza funzionale sul campo, tattica passiva e partitella su metà campo, al pomeriggio tanto lavoro tattico, una costante di questa prima fase della preparazione estiva.
Domani è prevista la prima “verifica”, con l’attesa amichevole che vedrà Handanovic e compagni affrontare i dilettanti del Trentino Team, formazione guidata in panchina da Florio Maran, fratello di Rolando, ex allenatore del Catania. Fischio d’inizio previsto alle 17 al centro sportivo Pineta di Pinzolo (la squadra al mattino si allenerà regolarmente in una seduta aperta gratuitamente al pubblico), che per l’occasione si vestirà a festa per ospitare in tribuna i numerosi tifosi nerazzurri che non si lasceranno sfuggire la chance di ammirare dal vivo i propri beniamini nella prima uscita della stagione 2014/2015. La prevendita dei biglietti proseguirà anche domani presso il “Villaggio Trentino”, adiacente al campo, a partire dalle ore 9. I prezzi variano, a seconda della posizione scelta, dai 15 ai 35 euro per i tagliandi interi e dagli 8 ai 13 euro per i ridotti (dai 6 ai 12 anni, ingresso gratuito invece per i bambini sotto i 6 anni).
«È sempre motivo di orgoglio poter affrontare una squadra blasonata e prestigiosa come l'Inter - spiega Florio Maran - e per un gruppo di ragazzi giovani, molti dei quali militano in Promozione o nelle formazioni juniores, è senza dubbio una vetrina prestigiosa. Cercheremo di fare del nostro meglio e di riuscire a ripetere la buona prestazione offerta l’anno scorso».
Il Trentino Team si affiderà nel primo tempo al 4-4-2. A protezione della porta difesa da Fracalossi ci saranno i difensori Trotter, Sega, Nardin e Moscatelli, a centrocampo spazio a Maldonado, Condini, Varesco e Donati, mentre in avanti proveranno a creare qualche grattacapo alla difesa nerazzurra Garniga e Panizza. Nella ripresa spazio, ovviamente, a tutti gli altri giocatori convocati.
Ieri sera grande entusiasmo al PalaDolomiti di Pinzolo per l’iniziativa “I campioni dell’Inter incontrano i piccoli tifosi nerazzurri”: Andrea Ranocchia, Marco Andreolli, Zdravko Kuzmanovic e il giovane attaccante Federico Bonazzoli hanno incontrato 400 giovanissimi tifosi dell'Inter posando per foto ricordo e firmando loro autografi.
Autografi firmati oggi, al termine dell’allenamento mattutino, anche da Walter Mazzarri e da Beppe Baresi. Il tecnico livornese, inoltre, ha incontrato e salutato i trentaquattro volontari del Comitato Sportivo Italiano che comporranno la delegazione in partenza per Port au Prince, ad Haiti, dove si dedicheranno all’animazione sportiva con i bambini di strada dei quattro centri della capitale e del centro di Mare Rouge.
Giovedì la squadra di allenerà solamente al pomeriggio, in una seduta aperta al pubblico e agli operatori delle televisioni.
Questi i giocatori convocati da Florio Maran: Samuele Condini, Andrea Sega, Davide Dalfovo, Mattia Trotter, Nicola Donati, Giorgio Garniga, Gregorio Fracalossi, Mike Cellana, Massimiliano Gretter, Manuel Grassi, Fabio Maffei, Marco Filosi, Alessio Mariotti, Tommaso Varesco, Cristian Moscatelli, Cristian Pozza, Paolo Nardin, Luis Maldonado, Ndaw Serigne Gueye, Matteo Rossatti, Davide Panizza, Andrea Zatelli, Gabriel Rosa.

14.07.2014 - Cresce l'attesa per la prima uscita dell'Inter

Dopo nove allenamenti in cinque giorni, oggi l’Inter ha svolto una sola seduta aperta al pubblico al centro sportivo Pineta di Pinzolo. Nel tardo pomeriggio i nerazzurri si sono allenati per quasi due ore, con il tecnico livornese che ha incentrato il proprio lavoro, dopo una fase di riscaldamento e di possesso palla, principalmente sull’aspetto tattico. In serata, invece, i protagonisti saranno i più giovani, grazie all'iniziativa “I campioni dell'Inter incontrano i piccoli tifosi nerazzurri”, in programma alle 21 al PalaDolomiti.
Nel frattempo cresce l’attesa per il primo incontro amichevole, fissato per mercoledì alle 17 al centro sportivo Pineta: Handanovic, che proprio oggi ha festeggiato il trentesimo compleanno, e compagni sfideranno il Trentino Team di Florio Maran, in quella che sarà la prima occasione per i tifosi per ammirare in una partita vera la “nuova” Inter. La prevendita dei biglietti per seguire l’amichevole prosegue presso il “Villaggio Trentino”, adiacente al campo di gioco: i tagliandi sono in vendita fino a domani, dalle ore 14.30 alle 18, e il giorno stesso della gara, a partire dalle ore 9. I biglietti potranno essere acquistati inoltre presso il circuito Casse Rurali. I prezzi variano, a seconda della posizione scelta, dai 15 ai 35 euro per i tagliandi interi e dagli 8 ai 13 euro per i ridotti (dai 6 ai 12 anni, ingresso gratuito invece per i bambini sotto i 6 anni).
Un altro dei momenti clou del ritiro rendenese dell’Inter sarà la “Notte nerazzurra”, la grande festa in programma venerdì 18 luglio: alle 21, in Piazza Carera, nel centro storico di Pinzolo, sarà Andrea Ranocchia l’ospite d’eccezione che risponderà alle domande dei tifosi.
Il ritiro dell’Inter si concluderà domenica 20 luglio con la seconda ed ultima partita amichevole, prevista alle 16, sempre al centro sportivo Pineta, contro il Prato, formazione militante nel campionato di Lega Pro.
Domani Icardi e compagni si alleneranno sia al mattino che al pomeriggio in due sedute aperte gratuitamente al pubblico.

13.07.2014 - Grande entusiasmo anche oggi al centro sportivo Pineta

Febbre nerazzurra. Dopo l'invasione di ieri, con circa 4500 spettatori a seguire gli allenamenti dell'Inter, Pinzolo e la Val Rendena hanno fatto registrare numeri molto importanti anche oggi, nonostante il tempo non sia stato particolarmente clemente. Circa 3000 (sia al mattino che al pomeriggio) i tifosi che hanno raggiunto il Trentino per gustarsi dalle tribune del centro sportivo Pineta le due intense sedute guidate da Walter Mazzarri. Al mattino il tecnico ha alternato la parte fisica in palestra a momenti di tattica, mentre nel pomeriggio ha incentrato il proprio lavoro sui movimenti di squadra in fase di possesso, insistendo sulla difesa a tre, sulla circolazione di palla e sulla finalizzazione a rete, con una partitella conclusiva terminata a reti inviolate.
Ieri sera, in piazza San Giacomo, quasi quattromila persone hanno seguito dal vivo la presentazione ufficiale dello staff tecnico nerazzurro: tanti applausi per tutti, un'ovazione per Beppe Baresi e, ovviamente, per Walter Mazzarri, che al microfono di Roberto Scarpini ha risposto alle domande presentate nel pomeriggio dai sostenitori di fede nerazzurra.
«Vedere così tanta gente sugli spalti, qui a Pinzolo, è stato uno stimolo in più - ha spiegato Mazzarri - Restate sempre vicini alla squadra, anche quando arriveranno i momenti di difficoltà».
Giornata di presentazioni anche oggi, ben tre. Ad ora di pranzo Rene Krhin e Tommaso Berni hanno incontrato la stampa al centro sportivo Pineta.
«Sono tornato finalmente a casa - ha esordito Berni, terzo portiere nerazzurro, lo scorso anno in forza al Torino - L'Inter, in passato, ha rappresentato la mia prima esperienza lontano dalla mia città, Firenze. Ho ritrovato un gruppo affiatato, con ottimi elementi e con una grande voglia di far bene, sono a disposizione del tecnico e farò del mio meglio».
«Mi avevano sempre parlato bene di Mazzarri - ha aggiunto Khrin, centrocampista reduce da quattro stagioni con la maglia del Bologna - Sa disporre la squadra in campo e cura ogni dettaglio. Ognuno sa cosa deve fare e qui a Pinzolo ho avuto conferma di quanto mi dicevano».
Nel pomeriggio, invece, riflettori puntati sul settore giovanile nerazzurro e, in modo particolare, sulla Primavera, il “serbatoio” della prima squadra. Alla stampa è stato presentato il nuovo allenatore della formazione Primavera, Stefano Vecchi, volto noto in regione per aver guidato alcuni fa il Südtirol.
«Questa è una panchina ambita da tanti - ha spiegato Vecchi - Ritengo il settore giovanile nerazzurro uno dei migliori in Italia, se non il migliore. La mia responsabilità sarà quella di arrivare a concretizzare il doppio obiettivo: i risultati che tutti mi chiedono, ma anche la crescita dei miei giocatori. Farò di tutto per essere all'altezza anche nei confronti dei ragazzi e spero tanto di poterli aiutare nel loro percorso di crescita». Oltre a Vecchi, al cui fianco sedeva Roberto Samaden, responsabile del settore giovanile dell'Inter, è stato presentato anche il suo secondo, Luca Facchetti.
Domani è in programma solamente una seduta d'allenamento, al pomeriggio, ovviamente aperta gratuitamente al pubblico. In serata, invece, i protagonisti saranno i più giovani, grazie all'iniziativa “I campioni dell'Inter incontrano i piccoli tifosi nerazzurri”, in programma alle 21 al PalaDolomiti.
Nel frattempo prosegue la prevendita dei biglietti per seguire la prima delle due partite amichevoli che disputerà l'Inter in Val Rendena, fissata per mercoledì 16 luglio a Pinzolo contro il Trentino Team di mister Florio Maran. I tagliandi sono in vendita al “Villaggio Trentino” del centro sportivo Pineta fino a martedì 15, dalle 1ore 4.30 alle 18 e il giorno della partita dalle ore 9 alle 18. I biglietti potranno essere acquistati inoltre presso il Circuito Casse Rurali.

Handanovic (foto Claudio Villa Inter)

12.07.2014 - Tantissimi tifosi per seguire gli allenamenti di Mazzarri

Arriva il weekend, a Pinzolo c’è il sole e l’intera Val Rendena si tinge di nerazzurro. Come era lecito attendersi, d’altronde. Circa 3800 spettatori per seguire l’allenamento mattutino, addirittura 4700 persone al pomeriggio, tantissime persone tra le vie dell’Inter Village e, per non farsi mancare nulla, anche un po’ di coda per riuscire a guadagnarsi un posto nel fornitissimo store nerazzurro, preso d’assalto per osservare da vicino il nuovo logo e, soprattutto, per “accaparrarsi” la nuova maglia che accompagnerà Vidic e compagni nella stagione ormai alle porte.
Il quarto ritiro estivo nerazzurro a Pinzolo è entrato nel vivo, con ventiquattr’ore ricchissime di eventi ed appuntamenti, che hanno scatenato l’entusiasmo dei tifosi. Ieri sera, nella centralissima piazza San Giacomo, è andato in scena uno dei momenti più attesi del ritiro, ovvero la presentazione ufficiale della rosa nerazzurra. Chiamati da Roberto Scarpini, direttore e “voce” di Inter Channel, i giocatori sono saliti uno ad uno sul palco, a raccogliere gli applausi dei tantissimi tifosi presenti (più di 4000) e a rispondere alle domande del conduttore, in un clima di festa, tra battute e simpatiche gag. Cori e incitamenti per tutti, con Handanovic, Jonathan, Vidic, Dodò, Icardi e Ranocchia a strappare i consensi maggiori.
A rappresentare il territorio ci hanno pensato il sindaco di Pinzolo William Bonomi, il presidente del comitato organizzatore Anita Binelli, il presidente dell’Apt Madonna di Campiglio, Pinzolo e Val Rendena Marco Masè e l’assessore allo sport e alla cultura della Provincia autonoma di Trento Tiziano Mellarini.
Ad incitare la squadra nel primo dei due allenamenti proposti oggi da Walter Mazzarri ecco la folla delle grandi occasioni: circa 3800 gli ingressi registrati ai tornelli del centro sportivo Pineta di Pinzolo, numero addirittura “superato” al pomeriggio, quando gli spettatori sono stati quasi cinquemila. Si è rivisto in gruppo anche Krhin dopo un lieve problema fisico: circuito di forza, movimenti tattici e partitella a campo ridotto al mattino, prove di difesa a tre, schemi d’attacco e lunga partitella al pomeriggio.
Questa sera, alle 21, altro momento clou per tutti i tifosi, con la presentazione in piazza San Giacomo di Walter Mazzarri e dell’intero staff tecnico nerazzurro, il secondo grande evento dedicato ai supporter interisti, preceduto dallo show del comico Fabrizio Fontana.
Tra le due sessioni d’allenamento è avvenuta invece la presentazione ufficiale di Dodò. Il laterale brasiliano è stato presentato alla stampa nella sala conferenze del centro sportivo Pineta.
«Mi sono trovato benissimo fin da subito – ha spiegato – e quello nerazzurro mi è parso un ambiente molto sereno. Da quando sono in Italia sono cresciuto, ma per diventare grandi bisogna lavorare e migliorare ancor di più. La passione degli interisti l'ho sentita fin dal primo momento e devo dire che ho ricevuto tanti messaggi di affetto e di stima. Non vedo l'ora di scendere in campo a San Siro».
Dopo il giorno di Dodò, domani sarà il turno di Tommaso Berni e Renè Krhin, che incontreranno la stampa al centro sportivo Pineta: l'appuntamento è per le ore 12. Confermate anche per domani le due sedute quotidiane d’allenamento, ovviamente aperte gratuitamente al pubblico.

11.07.2014 - Pinzolo si tinge di nerazzurro: 2.000 i tifosi al Pineta

Tattica, tattica e ancora tattica. Se l’anno scorso Mazzarri aveva insistito principalmente sul lavoro aerobico, i primi giorni del ritiro dell’Inter in Val Rendena sono stati invece caratterizzati da un meticoloso e progressivo lavoro tattico, con il tecnico nerazzurro impegnato ad inculcare nella mente dei giocatori i principi del 3-5-1-1, il modulo utilizzato nella passata stagione e riproposto anche in questa prima fase di preparazione estiva. La volontà dell’allenatore livornese è quella di velocizzare l’inserimento dei due nuovi acquisti, Vidic e Dodò: sia al mattino che al pomeriggio, sotto l’attento sguardo di un pubblico sempre più numeroso (sono quasi 2.000 gli ingressi registrati per la seduta iniziata alle 17) e destinato a crescere ulteriormente nel fine settimana, Mazzarri ha proposto una lunga serie di esercitazioni sui movimenti con e senza palla del suo sistema di gioco prediletto, dividendo la squadra in due gruppi e alternando il lavoro tattico a quello atletico, con una seduta di forza in palestra (al mattino).
La giornata di oggi, che si è conclusa con la presentazione ufficiale della squadra in Piazza San Giacomo, è stata caratterizzata anche dall’arrivo a Pinzolo di Piero Ausilio, il direttore sportivo dell’Inter, giunto in Trentino ad ora di pranzo. Poco dopo, in Val Rendena, è arrivata anche Bedy Moratti, Presidente Onorario del Centro Coordinamento Inter Club.
Tra i volti nuovi che sudano al centro sportivo Pineta, ma in questo caso si tratta di un ritorno alla base, c’è anche quello di Renè Krhin, centrocampista sloveno scuola Inter, che nelle ultime quattro stagioni ha militato tra le fila del Bologna. Al termine della seduta mattutina Krhin è stato il protagonista di una simpatica intervista rilasciata all’emittente radiofonica Radio StudioPiù: «Sono stato qui a Pinzolo già sei anni fa con la Primavera, un paio di giorni, e mi era piaciuta in particolar modo la natura - ha spiegato - Adesso però devo dire che con la prima squadra fa tutto un altro effetto, con i bambini che ti applaudono e tanta gente che ti incita. Il villaggio è davvero bellissimo e sono contento di essere qui. Ho tanta voglia di allenarmi, di fare bene il ritiro, perché queste sono le basi per disputare un buon campionato».
Il centro sportivo Pineta è dunque pronto per accogliere la massa di tifosi che nel weekend raggiungerà Pinzolo per sostenere ed applaudire la squadra.
«Nonostante il meteo non ci stia aiutando e la squadra non sia al completo – ha spiegato Anita Binelli, presidente del comitato organizzatore, intervistata dal portale fcinter1908.it – le indicazioni sono molto positive e nel weekend dovremmo registrare, così come accadde lo scorso anno, il tutto esaurito».
Anche oggi sono state numerose le visite all’Inter Village, situato nella zona circostante il rettangolo verde e meta particolarmente apprezzata dai tifosi, oltre al fornitissimo store ufficiale della società, dove è possibile acquistare le maglie da gioco, simpatici gadget e tanto altro materiale, rigorosamente a tinte nerazzurre. L’allenamento è stato seguito con entusiasmo anche dai molti ragazzini che partecipano quotidianamente al Day Camp, il campus dedicato ai più piccoli e seguito direttamente dagli allenatori ufficiali dell'Inter.
Domani, oltre alla doppia seduta d’allenamento, come sempre aperta gratuitamente al pubblico, saranno due gli eventi da segnare con il pennarello rosso: alle 12 il brasiliano Dodò sarà il protagonista della conferenza in programma presso la sala stampa del centro sportivo Pineta, mentre alle 21 Piazza San Giacomo, nel centro storico di Pinzolo, ospiterà la presentazione ufficiale di Mazzarri e dell’intero staff tecnico nerazzurro, preceduta dallo spettacolo di cabaret del comico Fabrizio Fontana.

11 luglio 2014 - Allenamento allo stadio Pineta di Pinzolo

11 luglio 2014 - Allenamento allo stadio Pineta di Pinzolo

10.07.2014 - Mattinata di lavoro intenso al Pineta di Pinzolo

Due ore di allenamento al mattino, un’oretta abbondante al pomeriggio. Walter Mazzarri ha sfruttato nel migliore dei modi le fresche temperature di Pinzolo per “torchiare” la squadra, incentrando il proprio lavoro soprattutto sulla parte tattica e sui movimenti senza palla del 3-5-2. Il ritiro nerazzurro in Val Rendena è entrato nel vivo e, oltre alla doppia seduta svolta al Centro Sportivo Pineta, la giornata è stata caratterizzata dall’attesa conferenza stampa del tecnico livornese, avvenuta ad ora di pranzo presso il PalaDolomiti di Pinzolo.
«Siamo partiti in anticipo per arrivare pronti all’impegno di Europa League - ha spiegato Mazzarri dopo l’introduzione e il saluto di Anita Binelli, presidente del comitato organizzatore, che ha dato il benvenuto ai media presenti - iniziando a lavorare ad Appiano Gentile e proseguendo qui a Pinzolo, dove porremo le basi in vista della prossima stagione e dove abbiamo già potuto riscontrare il calore e l’affetto dei nostri tifosi. Sono carico e fiducioso, la società ha mostrato grande fiducia nei miei confronti e sono convinto che quest’anno la mia impronta si vedrà ancor di più rispetto allo scorso campionato. Sapete bene quali siano le caratteristiche che contraddistinguono le mie squadre: spirito battagliero, identità di gioco, voglia di non accontentarsi mai. L'obiettivo è proprio questo, costruire una squadra che abbia queste peculiarità».
Il tecnico livornese ha poi indicato in Andrea Ranocchia il probabile futuro capitano dell’Inter. «È un ragazzo che ha tutte le caratteristiche per ricoprire questo ruolo. Un capitano deve essere professionale, un punto di riferimento per tutti».
Nel corso delle due sedute giornaliere Mazzarri ha insistito sull’aspetto tattico, soffermandosi soprattutto sui movimenti della difesa a tre. «Ripartiamo dalla difesa a tre, per farla assimilare a Vidic, che non ha mai giocato con questo sistema di gioco. Quando avrò la rosa al completo, lavoreremo anche sulla linea a quattro».
Prime parole di apprezzamento anche per il secondo volto nuovo giunto finora nel mercato estivo, il brasiliano Dodò. «Sarà un elemento utilissimo, uno dei quattro esterni che utilizzerò tra campionato, Europa League e Coppa Italia».
Mazzarri ha fatto svolgere esercizi di tecnica individuale, ha provato i movimenti difensivi senza palla del 3-5-2 a gruppi alternati e infine ha proposto una partitella a campo ridotto, strappando i primi applausi dei circa cinquecento tifosi presenti sugli spalti del Centro Sportivo Pineta, pronto, da domani, ad accogliere, i numerosi tifosi che sceglieranno di seguire la squadra nel primo dei due weekend del ritiro rendenese.
Tante visite anche all’Inter Village, situato nella zona circostante il rettangolo verde e meta particolarmente apprezzata dai tifosi, e al fornitissimo store ufficiale della società, dove è possibile acquistare le maglie da gioco, simpatici gadget e tanto altro materiale, rigorosamente a tinte nerazzurre. L’allenamento è stato seguito con entusiasmo anche dai tanti ragazzini che partecipano quotidianamente al Day Camp, il campus dedicato ai più piccoli e seguito direttamente dagli allenatori ufficiali dell'Inter.
Domani, oltre ad una doppia seduta d’allenamento (al mattino e al pomeriggio, entrambe aperte gratuitamente al pubblico), spazio al primo, atteso, evento dedicato al pubblico, con la presentazione ufficiale della squadra prevista in Piazza San Giacomo, nel cuore di Pinzolo, alle 21. Sabato al centro dell’attenzione ci sarà invece lo staff tecnico, che verrà presentato sempre nella splendida cornice di Piazza San Giacomo.
L’allenamento mattutino di domani (ed anche quello pomeridiano di giovedì 17 luglio), inoltre, sarà aperto agli operatori delle televisioni, che potranno accedere alle tribune per effettuare le riprese.

10 luglio 2014 - Allenamento allo stadio Pineta di Pinzolo

10 luglio 2014 - Allenamento allo stadio Pineta di Pinzolo

09.07.2014 - Arriva l'Inter e in Val Rendena splende il sole

Arriva l’Inter e, come per magia, torna il sereno. Dopo una mattinata e un primo pomeriggio caratterizzati da una pioggia incessante, è in concomitanza con l’inizio del primo allenamento dei nerazzurri in Val Rendena che il sole torna a splendere sul Centro Sportivo Pineta di Pinzolo, dando il proprio simbolico benvenuto alla società del presidente Thohir, per il quarto anno consecutivo nella nostra provincia per porre le basi tattiche e atletiche in vista della nuova stagione. Nel primo pomeriggio il pullman partito dal Centro Sportivo Angelo Moratti di Appiano Gentile ha raggiunto Pinzolo, compiendo di fatto il suo primo viaggio dopo l’inaugurazione ufficiale avvenuta ieri.
Attorno alle 17 il Centro Pineta, la splendida struttura che negli anni scorsi è sempre stata promossa a pieni voti dall’entourage nerazzurro, è stato il teatro della prima sgambata dei ventotto giocatori portati in Trentino da Mazzarri. Di fronte a circa cinquecento persone il tecnico livornese ha diretto il primo allenamento del ritiro (presente anche il nuovo acquisto Dodò, oltre ovviamente a Vidic), che terminerà domenica 20 luglio e che vedrà la squadra impegnata in due test amichevoli.
Da domani si entrerà nel vivo, con una doppia seduta d'allenamento, aperta gratuitamente al pubblico. Il ricco programma giornaliero non si esaurisce qui perché, alle 12.30, i riflettori saranno puntati sull’allenatore nerazzurro Walter Mazzarri, che al PalaDolomiti incontrerà i giornalisti per la prima conferenza stampa ufficiale del ritiro rendenese. Una ghiotta occasione per i numerosi media accreditati per conoscere idee tattiche e progetti di mercato in vista della nuova stagione.
Anche quest’anno non mancheranno, ovviamente, le iniziative di contorno, dedicate a tutte le fasce di età. Nella giornata di oggi ha aperto i battenti l'Inter Village, situato nella zona circostante il rettangolo verde e meta particolarmente apprezzata dai tifosi che hanno raggiunto e raggiungeranno nei prossimi giorni la Val Rendena. Prime visite anche al fornitissimo store ufficiale della società, dove è possibile acquistare le maglie da gioco di Icardi e compagni, simpatici gadget e tanto altro materiale, rigorosamente a tinte nerazzurre. Senza scordare il Day Camp, dedicato ai più piccoli e seguito direttamente dagli allenatori ufficiali dell'Inter.
Nella serata di venerdì è in programma il primo, atteso, evento dedicato al pubblico, con la presentazione ufficiale della squadra prevista in Piazza San Giacomo alle 21. Sabato al centro dell’attenzione ci sarà invece lo staff tecnico, che verrà presentato sempre nella splendida cornice di Piazza San Giacomo.
Tra gli altri appuntamenti, oltre all’iniziativa di lunedì 14 luglio «I campioni dell'Inter incontrano i piccoli tifosi nerazzurri», all’attesa «Notte nerazzurra» di venerdì 18 luglio in Piazza Carera e all’incontro con due campioni della squadra di sabato 19, vanno ricordati i due incontri amichevoli, in programma, sempre a Pinzolo, mercoledì 16 luglio con il Trentino Team e domenica 20 luglio con il Prato.

9 luglio 2014 - L'arrivo di Mauro Icardi a Pinzolo (foto Inter.it)

Allenamento nel verde di Pinzolo

Madonna di Campiglio, con il suo fascino internazionale, la pittoresca Pinzolo e i paesini incastonati tra gli splendidi paesaggi della Val Rendena rappresentano non solo il luogo ideale dove staccare la spina dopo un inverno trascorso in città, ma anche un’occasione unica per godere uno dei migliori esempi di natura alpina incontaminata: il Parco Naturale Adamello Brenta, maestosa cornice di tutto il territorio. Perfetti per godere i mesi estivi tutti insieme, adulti e bambini, questi luoghi sono anzitutto un vero e proprio paradiso per gli appassionati della vacanza attiva grazie alla possibilità di praticare ogni tipo di sport in un’immensa palestra a cielo aperto. Dal trekking alla mountain bike con i tour delle Dolomiti di Brenta, all’arrampicata e alle vie ferrate per gli animi più sportivi. E ancora il relax della pesca in torrenti e laghi e il parapendio con emozionanti lanci dal Doss del Sabion. Non mancano poi splendide passeggiate su una rete di sentieri di oltre 400 Km, che si snoda a diversa altitudine e in molteplici habitat per fauna e flora, e il nordic walking con più di 30 Km da percorrere nel cuore delle Dolomiti di Brenta tra antiche malghe, boschi millenari e vette imperiose. Per finire, il divertimento del dog trekking con simpatici cani husky, tennis e nuoto nelle più moderne strutture sportive, pattinaggio presso lo stadio del ghiaccio di Pinzolo e il golf più esclusivo, con due green fra i più belli al mondo: il Golf Club Campo Carlo Magno e il Golf Club Rendena.

Dunque sport per tutti i gusti ma non solo: benessere e salute trovano a Madonna di Campiglio e Pinzolo uno dei paradisi prediletti dagli amanti della Spa e dei Wellness Center, grazie alla presenza di strutture tra le più rinomate e attrezzate di tutto l’arco alpino. Per quanti inoltre volessero godere la vacanza dedicandosi alla cura del proprio corpo ecco poi la grande ricchezza della Val Rendena: l’acqua sorgiva, pura e ricca di elementi oligominerali e autentico tesoro delle Terme Val Rendena Fonte S. Antonio. Un full immersion nel benessere che prosegue anche a tavola grazie alla squisita offerta enogastronomica locale: cibi salutari e dal sapore genuino, declinati in piatti d’eccellenza da chef di grande esperienza, con menù caratteristici all’insegna del gusto autentico e dell’originalità.

Inter a Pinzolo

Bed & Breakfast Salvaterra Bed & Breakfast Salvaterra
Dispone di otto ampie camere con servizi.
Servizi: pernottamento e 1° colazione, saletta, giardino, ascensore, parcheggio.
Località: Pinzolo, in posizione centrale
Sito web: www.salvaterra.biz

Skiarea Madonna di Campiglio Val Rendena Val di Sole

Turismo in Trentino

Salvaterra.biz - RoyalAccommodations.com - About-Maremma.com | E-mail: info@agraria.org