Pinzolo Dolomiti

Roma a Pinzolo (Trentino) - dal 7 al 14 luglio 2017
Ritiro della Roma Calcio a Pinzolo

Bed & Breakfast Salvaterra Bed & Breakfast Salvaterra
Dispone di otto camere con doccia.
Servizi: pernottamento e 1° colazione, saletta, ascensore, parcheggio.
Località: Pinzolo, in posizione centrale
Sito web: www.salvaterra.biz

 

14 luglio - La Roma saluta Pinzolo con una vittoria

Si è chiuso con la vittoria per 1 a 0 nell’amichevole con l’FC Slovácko il ritiro della Roma a Pinzolo, che per il terzo anno consecutivo ha ospitato i giallorossi. Dopo l’8 a 0 inflitto martedì alla squadra locale dell’AC Pinzolo, Perotti e compagni hanno sostenuto un test più probante, opposti alla formazione che milita nella massima serie del campionato ceco e che, a differenza del club della capitale, ha iniziato la preparazione già da qualche settimana. Il gol partita è stato del giovane nigeriano classe 1997 Sadiq, ottimamente imbeccato dal vivace Bruno Peres, uno dei migliori in campo.
Di Francesco ha riproposto la stessa formazione scesa in campo contro il Pinzolo, schierando un 4-3-3 con tanti giovani: Alisson tra i pali, Bruno Peres, Castan, Juan Jesus e Pellegrini a comporre il pacchetto arretrato, Ricci, il neoacquisto Gonalons e Gerson sulla mediana, quindi Cappa, Tumminello e Perotti (con la fascia di capitano al braccio) in avanti.
Quella vista in campo è stata una Roma propositiva, che ha cercato di giocare principalmente palla a terra, ma che, soprattutto nel primo tempo, ha faticato a trovare varchi nella difesa avversaria. La prima occasione del match è arrivata al 9’, quando Castan ha commesso un errore in fase di disimpegno consentendo a un attaccante avversario di presentarsi a tu per tu con Alisson, provvidenziale nell’anticipo di piede in uscita.
I giallorossi hanno risposto cercando di affondare sulle fasce, con Perotti che al 19’ ha messo nelle condizioni di battere a rete di testa Tumminello, la cui conclusione è stata deviata in corner da un difensore ceco. Poco dopo, invece, è stato bravo Hecia a respingere una conclusione di Bruno Peres, con Alisson autore di un altro buon intervento su Daniek sul ribaltamento di fronte.
Nel finale di primo tempo c’è stato spazio anche per un tentativo dalla distanza di Gonalons (palla a lato) e per un “numero” del giovane Pellegrini, che è uscito da una situazione complicata con veronica, dribbling e colpo di tacco.
Di Francesco ha operato quattro cambi in avvio di ripresa, togliendo Perottii, Ricci, Cappa e Castan, sostituiti da Vainqueur, Keba, Sadiq e Gyomber. Il copione è rimasto quello dei primi 45 minuti, con il pallino del gioco in mano alla Roma. Tra i più attivi Bruno Peres, impegnato a spingere sulla fascia destra: il numero 13 giallorosso prima ha pescato Vainqueur sul secondo palo (il destro del francese scoccato dal vertice dell’area piccola ha però terminato la propria corsa sul fondo), poi ha propiziato il gol del vantaggio della Roma. A siglarlo è stato Sadiq che, dopo aver chiamato all’intervento il portiere avversario con un tiro da posizione centrale, ha gonfiato la rete, ottimamente servito sul primo palo da Bruno Peres, bravo a chiudere un bel triangolo con Keba.
Nel finale applausi anche per Lobont, che si è fatto trovare pronto sulla conclusione dalla distanza di Machalik, a precedere gli ingressi in campo di Valeau e Nani per Gerson e Juan Jesus. Poi il triplice fischio finale, che ha sancito il termine del match e del ritiro della Roma a Pinzolo.

IL TABELLINO DELLA PARTITA 

ROMA - SLOVACKO 1-0
ROMA
: Alisson (19’st Lobont); Bruno Peres, Castan (1’st Gyomber), Juan Jesus (40’st Nani), L.Pellegrini (13’st Seck); M. Ricci (1’t Vainqueur), Gonalons, Gerson (40’st Valeau); Cappa (1’st Sadiq), Tumminello (19’st Antonucci), Perotti (1’st Keba). Allenatore: Eusebio Di Francesco
SLOVACKO: Heca (1’st Danek); Reinberk, Hofmann, Brecka (8’st Rada), Divisek; Machalik, Danicek, Havlik (29’st Juroska); Navratil (31’st Vasiliev), Zajic (39'pt Kubala), Razek (1’st Šumulikoski). Allenatore: Stanislav Levy
ARBITRO: Daniel Amabile di Vicenza (Bologna - Graziano)
RETE: 32’st Sadiq
NOTE: spettatori 2300

Roma - Slovacko

14 luglio - Le due formazioni prima del calcio d'inizio

Roma - Slovacko

14 luglio - Una fase di gioco

13 luglio - Domani ultimo test a Pinzolo per la Roma

Penultima giornata di ritiro a Pinzolo per la Roma, che domani chiuderà la propria terza esperienza estiva in Val Rendena affrontando in amichevole la squadra ceca dell'FC Slovácko, undicesima nella massima divisione del proprio paese al termine dello scorso campionato. Il fischio d'inizio verrà dato alle 16 sul campo dello Stadio Pineta.
In attesa dell'ultimo test agonistico, i giallorossi hanno sostenuto la consueta doppia seduta d'allenamento, con focus sulla difesa e lavoro atletico al mattino e sul possesso palla durante la sessione pomeridiana. In occasione del ritiro della squadra di mister Di Francesco, a Pinzolo è arrivata anche la neve. Questa volta non per imbiancare i 150 km di piste della Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta, ma per offrire il meglio ai giallorossi. Al termine di ogni allenamento, infatti, un dei volontari della squadra di supporto alla gestione e cura dello Stadio Pineta ha il compito di portare negli spogliatoi dell'As Roma un “carretto” di neve prodotta appositamente nel vicino Stadio del Ghiaccio. Neve che, in questo caso, non serve per preparare una pista da sci, ma per raffreddare le vasche d'acqua utilizzate per rinfrescare i muscoli dei giocatori nel post allenamento.
Tra di loro anche il brasiliano Alisson, che ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa, pronto per il ruolo di portiere titolare nella prossima stagione. «Lo scorso anno con Szczesny e il preparatore dei portieri Savorani ho fatto un ottimo lavoro – ha spiegato l'estremo difensore giallorosso – Quando sono stato chiamato in causa, penso di aver fatto la mia parte ma so di poter dare ancora di più. Non ho giocato quanto volevo ed è difficile dare il 100% quando non si trova continuità. Lavoro per essere il migliore».
Riguardo al possibile incarico dirigenziale di Totti, Alisson è convinto che lo storico capitano della Roma non possa che rappresentare un valore aggiunto per la squadra. «Avere ancora Francesco nell'ambiente è la cosa migliore – ha precisato il brasiliano – Potrà fare da collante tra giocatori e dirigenti, perché conosce tutto e tutti. È una grande persona e la sua presenza ci permetterebbe di lavorare con maggiore tranquillità».
Le prime impressioni su mister Di Francesco? «Ci stiamo conoscendo giorno per giorno – ha replicato il portiere classe 1992 – È un allenatore intelligente, è un ex calciatore e sa come parlare e gestire la squadra. Con le sue qualità saprà aggiustare quei piccoli difetti che ancora abbiamo».
Il numero 1 brasiliano è atteso da una stagione intensa. Lo scorso anno fu impiegato nelle Coppe, ora sarà chiamato a difendere i pali della porta della Roma anche in campionato. Come vede il passaggio da secondo portiere a titolare? «Non penso di essere stato il secondo portiere – ha dichiarato - Ero titolare nelle Coppe, Sczczesny in campionato. Io ho imparato da lui e lui da me. Ho sofferto un po’ per non aver giocato quanto volevo, ma questo non conta, conta solo quello che mi aspetta ora: è arrivato il mio momento, è quello che volevo fare l’anno scorso e non ho potuto».
Intanto, l'attenzione è sempre rivolta al mercato, con il presidente Pallotta che è sbarcato a Roma. Tra i temi caldi, le attese conferme di Nainggolan e Manolas, i nuovi movimenti in entrata (i nomi più pronunciati al momento sono quelli di Defrel e del turco Cengiz Ünder) e il possibile nuovo incarico dirigenziale a Francesco Totti.

Domani alle 16 amichevole con la squadra ceca dell'FC Slovácko
Dopo aver affrontato martedì la formazione locale dell'AC Pinzolo, superata 8-0, domani pomeriggio la Roma chiuderà il ritiro di Pinzolo con un altro incontro amichevole. La partita è in programma alle 16 allo Stadio Pineta e l'avversario di giornata sarà la squadra ceca dell'FC Slovácko. Nella stagione 2016-17, la società calcistica con sede nella città di Uherské Hradišt, che è nel sud della Repubblica Ceca, si è classificata all’undicesimo posto nella massima divisione del proprio paese, la Synot Liga. Il costo del biglietto per assistere alla partita è di 13 euro per i posti a sedere tribuna e di 10 euro per i posti in piedi sul prato, mentre l’ingresso è gratuito per i bambini sotto gli 8 anni con adulto pagante. I biglietti sono in vendita nella giornata di venerdì 14 luglio dalle 10.00 alle 18.00 presso la biglietteria del "Villaggio Trentino" all'esterno dello Stadio Pineta.

Alisson

13 luglio - Il portiere Alisson durante la conferenza stampa

12 luglio - Al mattino giocatori in gita, poi l'allenamento

Giornata interlocutoria per l’As Roma dopo la prima partita stagionale contro l’Ac Pinzolo. Mister Eusebio Di Francesco ha concesso la mattinata di riposo ai propri giocatori, che si sono dedicati alla scoperta del territorio della Val Rendena. C’è chi è andato a passeggiare in quota, chi a pedalare lungo la pista ciclabile con le biciclette a pedalata assistita, che stanno riscuotendo un boom di interesse, e chi, come Alessandro Florenzi, ha preferito un giretto e un caffè in centro, anche perché è ancora in fase di recupero fisico.
Pure alcuni degli 80 giornalisti accreditati sono saliti in quota, al rifugio Doss del Sabion, a 2100 metri di altitudine, accompagnati dall’Ufficio stampa dell’Apt Campiglio, Pinzolo, Val Rendena e di Trentino Marketing, per apprezzare da vicino la straordinaria cartolina delle Dolomiti di Brenta e per gustare le prelibatezze dei prodotti tipici. Nel tardo pomeriggio il solito allenamento atletico, con movimenti senza palla ed esercizi tattici, concluso con la partitella finale.
Il tutto anticipato dalla conferenza stampa di Juan Jesus, ex Inter, che è stato pure stimolato a dare un consiglio a Luciano Spalletti, neo tecnico della squadra nerazzurra: “Credo che sia la persona giusta per quella piazza“ ha commentato il brasiliano -, per il suo carattere forte. Sa cosa affronterà lì e credo che sarà pronto a farlo”. Si è poi soffermato sulle sue prospettive di impiego in formazione: “Siamo tutti difensori forti, se n’è andato Rudiger, è arrivato Hector Moreno. È un centrale molto forte, ci ho giocato contro alle Olimpiadi. Non si può fare una gerarchia, deciderà il mister e chi starà meglio farà il bene della Roma”.
Bilancio e obiettivi per la prossima stagione? “Credo“ continua Juan Jesus - che nella scorsa stagione non mi sono espresso al meglio, sono io il primo a dirlo. Sono migliorato tanto, ho gestito le critiche e sono sempre stato professionale, rispondendo con sudore e lavoro. Da dicembre in poi ho riacquistato fiducia e ho dimostrato quello che valgo. Voglio lavorare per aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi più importanti”.
Quanto manca per raggiungere la mentalità della Juventus? “Loro sembrano delle macchine. A noi manca pochissimo. Abbiamo fatto record di punti e credo che possiamo migliorare per avvicinarci ancora e ottenere obiettivi importanti”.
A Pinzolo e in tutta la Val Rendena continuano i momenti di incontro dei giocatori con i tifosi e con gli appassionati presso il Villaggio Trentino e nell’As Roma Fan Village allo Stadio Pineta. In serata i giallorossi Alisson, Lobont, Jesus e Tumminello hanno incontrato i piccoli tifosi giallorossi presso il Pala Dolomiti di Pinzolo. Presenti 350 bambini che hanno posto domande simpatiche e personali sulla loro vita e il loro rapporto con la scuola. Il tutto concluso con foto di gruppo e selfie. C’è poi stato un incontro di alcuni giocatori con i club ufficiali della Roma, e in piazza Sissi a Madonna di Campiglio il mister ha incontrato i tifosi.
L'attenzione dei media era invece rivolta tutta al mercato, con le notizie non ancora ufficiali dell'ingaggio da parte del Ds Monchi dell'attaccante Grégoire Defrel e del giovane esterno turco Cengiz Ünder.

Nel giorno di riposo si scopre Madonna di Campiglio, Pinzolo e la Val Rendena
Il riposo mattutino concesso all’As Roma ha dato modo ai giornalisti accreditati, ad alcuni giocatori e componenti dello staff giallorosso di concedersi alcune ore di relax e un po’ di tempo per scoprire le attività outdoor proposte dall’ambito Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena.
Alcuni hanno scelto di salire al Doss del Sabion e godersi il panorama mozzafiato sulle Dolomiti di Brenta Patrimonio Unesco e l’Adamello-Presanella oppure visitare la Val Genova, una delle perle naturalistiche del Parco Adamello Brenta. I più sportivi hanno invece provato le novità della gettonatissima Bikeland, la neonata bike area più grande d’Italia che si estende dalle Dolomiti al Garda.
Tra le proposte che hanno attirato maggiore attenzione il downhill al Brenta Bike Park, da quest’estate ampliato con la messa a disposizione, complessivamente, di quattro piste dalle facili azzurre alle nere per esperti, oppure una classica uscita con la mountain bike salendo al Doss del Sabion con gli impianti di risalita e scendendo in sella all’mtb lungo accattivanti sterrati. Non sono mancati coloro che hanno scelto la e-bike per pedalare lungo i 24 chilometri della ciclabile della Val Rendena oppure un trekking in quota camminando su uno dei suggestivi sentieri che fa parte di una rete di oltre 400 km tracciati.
I giocatori si sono visti invece passeggiare tra Prà Rodont, il Doss del Sabion e lungo la ciclabile, mentre Alessandro Florenzi ha preferito il centro di Pinzolo fermandosi per una sosta al caffè Nazionale. Qualche dettaglio in più sulla Bikeland: si estende dalla Val di Sole alla Val Rendena con al centro Madonna di Campiglio, propone 1.000 km di percorsi mountain bike, 100 km di piste ciclabili, 3 bike park e numerosi servizi a supporto degli appassionati delle due ruote come il bicibus che collega le Dolomiti al Garda, numerosi noleggi di biciclette, mtb ed e-bike e altrettante scuole con istruttori professionisti.

Diego Perotti

12 luglio - Diego Perotti

11 luglio - Buona la prima della Roma con super Perotti

La prima ufficiale di Eusebio di Francesco sulla panchina della Roma nel ritiro in Val Rendena finisce come era prevedibile, con una goleada. Proprio come lo scorso anno e con l’identico avversario, la squadra dilettantistica dell’Acd Pinzolo fresca di fusione con un’altra realtà calcistica locale. Diverso ed inferiore il numero di gol, otto contro i sedici di dodici mesi fa, quando però in campo c’erano anche i big con Dzeko che segnò un poker significativo.
La prima della Roma imbottita di giovani, è stata seguita da 2200 spettatori rientrati in anticipo dalla gita sui sentieri delle Dolomiti di Brenta per ammirare i loro beniamini, in primis l’argentino Diego Perotti, che ha ricambiato sbloccando la partita su rigore e realizzando una doppietta, imitato anche dal diciottenne Marco Tumminello. Le altre tre reti realizzate nel primo tempo sono giunte per merito di Leandro Castan, Riccardo Cappa e Matteo Ricci. Ad inizio della seconda frazione va in gol anche Stefano Ciavattini, al 48’.
Gli avversari rendenesi, messi in campo con due formazioni diverse dall’allenatore Corrado Bonazza, si sono gustati con fatica la possibilità di affrontare una squadra affermata, mettendoci tanto cuore e grinta, uscendo dal campo con onore al termine dei 90 minuti.
La Roma ha esordito con un 4-3-3 con Alisson tra i pali, linea di difesa a quattro con Peres e Luca Pellegrini esterni e la coppia brasiliana Castan e Jesus al centro, centrocampo con Gonalons centrale accompagnato da Matteo Ricci a destra e Gerson a sinistra, tridente con Cappa e Perotti sugli esterni con Tumminello punta centrale. Una bella Roma nel primo tempo, con tanta intensità e belle giocate, che ha soddisfatto mister Di Francesco a fine gara: “ai ragazzi ho chiesto di mettere in atto quello che abbiamo fatto in questi giorni. Sono molto soddisfatto. Perotti è venuto a prendere palla tra le linee, mentre di solito è abituato a ricevere palla larga ed ha dimostrato tutta la sua pericolosità. Stiamo lavorando anche su ragazzi giovani, che si sono mossi molto bene. Nel secondo tempo avevo invece molti giocatori fuori ruolo. Non avevo alternative ed oggi era in programma di far giocare a tutti 45 minuti”.
Le note positive sono giunte senza dubbio da Diego Perotti, già in eccellente forma e con un’intensità e grinta devastante, ma anche il giovane Cappa che si è messo in mostra in un ruolo dove la Roma manca di un titolare, cioè sull’esterno destro. E’ stata anche la prima di Gonalons in cabina di regia al suo esordio con la squadra giallorossa, dimostrando di avere un’eccellente visione, mentre chi ha giocato più di tutti è stato Gerson, seppure con una prestazione a corrente alterna. Tanti errori nel secondo tempo e i particolare per Sadiq. Ma è solo l’inizio.
Al termine della partita Eusebio Di Francesco ha deciso di assegnare una mezza giornata di riposo ai propri giocatori per la mattinata di mercoledì. Torneranno in campo alle 17 per l’allenamento quotidiano.

LE FORMAZIONI
ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Castan, Juan Jesus, L.Pellegrini; M. Ricci, Gonalons, Gerson; Cappa, Tumminello, Perotti (C).
Squadra secondo tempo: Lobont, Ciavattini, De Santis, Gyomber, Seck, Nani, Marcucci, Valeau, Vainqueur, Keba, Sadiq.
Allenatore: Eusebio Di Francesco
PINZOLO (4-4-2): Matteo Collini, Martino Collini (C), Iseppi, Armani, Riccadonna, Bortolli, Mosca, Lorenzi, Masé, Polla, Caola.
Squadra secondo tempo: Cereghini, Polli, Pedretti, Valenti, Iseppi, Bonapace, Maturi, Focolli, Serafini; Maturi, Collini D..
Allenatore: Corrado Bonazza

Arbitro: Simone Sozza di Seregno
Assistenti: Veronica Martinelli di Seregno e Antonio Catamo di Saronno
Marcatori:Perotti (all’8’ e al 37’), Castan (al 13’), Cappa (al 18’), Tumminello (al 26’ e 43’), Ricci (27’), Ciavattini (48’).

Esordio stagionale della Roma

11 luglio - Roma-Pinzolo 8-0

10 luglio - A Pinzolo la giornata della Roma inizia in mtb

In conferenza stampa è stato chiesto all'argentino se gradirebbe vestire la maglia numero 10: «Il 10 alla Roma apparterrà sempre a Totti. Per me sarebbe un piacere ma non lo chiederò, sarebbe una mancanza di rispetto»

Giornata dedicata alla multidisciplinarietà per l'As Roma nel ritiro di Pinzolo. Mountain bike al mattino, due sedute di allenamento e pure un tuffo nel mondo degli sport invernali. E' stato questo il menù della quarta giornata di preparazione pre campionato per la squadra di Eusebio Di Francesco in Val Rendena. Maxime Gonalons, Umar Sadiq, Gerson e Marco Tumminello hanno deciso di rilassare i muscoli pedalando in mountain bike lungo un tratto della pista ciclabile che attraversa, per 20 km, Pinzolo e la Val Rendena e che fa parte della neonata Bikeland dalle Dolomiti al Garda, la bike area più grande d’Italia.
Terminata la pedalata si sono aggiunti ai compagni che li aspettavano allo stadio Pineta di Pinzolo per il primo dei due allenamenti, che hanno rispecchiato l'impostazione dei giorni scorsi, incentrata su forza e lavoro difensivo per il pacchetto arretrato e su potenziamento muscolare e schemi tattici per il reparto offensivo.
In conferenza stampa spazio a Diego Perotti, che si è prestato a penne e microfoni dei giornalisti nell'accogliente sala stampa adiacente al campo del centro sportivo. «Stiamo lavorando bene - ha precisato El Monito - il mister è stato chiaro su quello che vuole e con i preparatori atletici stiamo svolgendo ottime sessioni fisiche, quello che serve per affrontare una stagione lunga e dura come quella che ci aspetta. Dovremo essere al 100%».
Durante i primi allenamenti in terra rendenese, mister Di Francesco si è intrattenuto spesso a parlare con Perotti. «Il mister mi chiede di accentrarmi di più, di giocare palla tra le linee – spiega Perotti – Sono convinto che mi aiuterà a crescere. Vuole grande intensità, velocità nel gioco. Lo abbiamo visto con il Sassuolo: è un allenatore a cui piace attaccare, giocare con gli esterni alti. Differenze con Spalletti? È presto per fare analisi, ma l'intensità che dà alle sue sessioni d'allenamento è simile».
Dopo la cessione di Rudiger, alcuni dei giocatori della Roma, come Nainggolan, si sono espressi sui social. Perotti smorza i toni. «Raja lo conosciamo, sappiamo che è uno che scherza. Magari è sbagliato farlo pubblicamente, ma si parla pur sempre di scherzi. Conosco bene Monchi e so cosa può fare. È arrivato da poco, non parla ancora la lingua, ma so che costruirà una squadra forte. Quest'anno avremo la Champions League, la competizione più importante: abbiamo bisogno di una rosa di qualità e l'avremo».
Cosa manca per colmare il gap con la Juventus? «Pian piano ci stiamo avvicinando. Alla mia prima stagione eravamo 10-15 punti dietro, nella scorsa soltanto 4. La Juventus ha saputo fare la differenza nelle partite contro le squadre di metà classifica. Ha perso meno punti in quegli incontri. È lì che si vince o perde uno scudetto».
Sente la concorrenza con El Sharawy? «Con Stephan c'è un buon rapporto, giochiamo nella stessa posizione e lui è reduce da un bel finale di campionato. Un po' di concorrenza interna ci vuole: aiuta a non rilassarsi e fa bene sia a noi che alla squadra».
Sogna il numero 10 come Maradona? «È un numero che mi è sempre piaciuto, così come mi sono sempre piaciuti i giocatori che hanno vestito quella maglia. Il 10 alla Roma apparterrà sempre a Totti e non so se qualcuno potrà indossarlo. Per me sarebbe un piacere ma non lo chiederò: mi sembrerebbe una mancanza di rispetto».
Qual è l'obiettivo minimo per la prossima stagione? Inter, Milan e Napoli possono preoccupare la Roma? «Tutte si stanno rinforzando e spero che il prossimo sia uno di quei campionati simili a quelli che guardavo da piccolo, quando il calcio italiano era pieno di grandi giocatori. Un obiettivo? Ne abbiamo più di uno: dobbiamo puntare al massimo risultato su tutti i fronti, non in una sola competizione».

I giocatori arrivano al campo in mountain bike
Questa mattina i quattro campioni dell’AS Roma sono arrivati al campo dello Stadio Pineta di Pinzolo in mountain bike: un’occasione per godere della bellezza paesaggistica della Val Rendena e per scaldare un po’ i muscoli prima della sessione mattutina di allenamento.
Maxime Gonalons, Umar Sadiq, Gerson e Marco Tumminello hanno percorso un tratto della pista ciclabile che attraversa, per 20 km, Pinzolo e la Val Rendena e che fa parte della neonata Bikeland dalle Dolomiti al Garda, la bike area più grande d’Italia. In sella a delle fiammanti mountain bike i giocatori hanno sfoggiando un inedito lato montanaro. Questo a dimostrazione che la montagna piace e fa bene a tutti.
Una piccola folla di curiosi si è radunata attorno ai giocatori e ha atteso il loro passaggio con macchina fotografica e telefonino alla mano.
Arrivati in ritiro a Pinzolo venerdì, i giallorossi di Di Francesco si stanno godendo la frescura del Pineta e tutti i benefici del ritiro in quota. Sessioni di cryoterapia naturale (immersioni in vasche di acqua fredde del fiume Sarca) sabato e sgambate in bici immersi nel Parco Naturale Adamello Brenta oggi. Occasioni dunque anche per i grandi campioni di vivere la natura trentina e lo sport all’aria aperta, e un’importante opportunità di visibilità per il territorio di Madonna di Campiglio Pinzolo e Val Rendena che può sfoggiare le sue migliori peculiarità con i testimonial del grande calcio.

Domani la prima uscita stagionale: amichevole con l'Ac Pinzolo
Domani è in programma la prima uscita stagionale per la Roma di mister Eusebio Di Francesco, che alle 17 sul campo dello Stadio Pineta affronterà in amichevole la formazione locale dell'AC Pinzolo. I biglietti sono in vendita nella giornata di martesì dalle 10.00 alle 18.00. Il costo del biglietto è di 13 euro per i posti a sedere tribuna e di 10 euro per i posti in piedi sul prato, mentre l’ingresso è gratuito per i bambini sotto gli 8 anni con adulto pagante.

I giocatori della Roma in mtb

10 luglio - I giocatori della Roma in mtb a Pinzolo

9 luglio - Vetrina a Pinzolo per l'olandese Rick Karsdorp

Terza giornata di ritiro dell’As Roma a Pinzolo e seconda presentazione di nuovi acquisti. Nella sala stampa immersa nella verdeggiante e rinfrescante pineta a lato del campo sportivo il Ds Monchi ha fatto conoscere agli 80 giornalisti accreditati il giovane olandese Rick Karsdorp, che mostra ancora il tutore per l’operazione di pulizia al ginocchio destro, e che prosegue nella sua terapia di recupero. “Ho tanta voglia di iniziare – ha commentato l’olandese -, le vacanze sono state fin troppo lunghe, ho voglia tornare in forma. Spero di recuperare il prima possibile, ma ragioniamo nei termini del giorno per giorno: non voglio dare una data fissa, ma il campionato inizia il 20 agosto ed è chiaro che abbiamo quella data in mente”.
Ha sottolineato poi l’importanza di avere in squadra un compagno come il connazionale Strootman: “La presenza di Kevin è per me molto importante, mi ha davvero consigliato di venire alla Roma e mi ha parlato molto bene del club. Per me non è stata una decisione semplice, ho giocato tutta la mia carriera nel Feyenoord e avevo qualche remora. Kevin mi ha convinto a venire qui e la sua presenza sarà importante a partire dalla prossima settimana. Nel frattempo, però, tutti gli altri compagni mi hanno accolto bene e mi stanno aiutando, sono molto contento”.
La nuova dirigenza l’ha voluto fortemente. Karsdorp ha raccontato alcuni passaggi del primo confronto con mister Di Francesco: “Ho subito chiesto all’allenatore che sistema di gioco adottasse. Sono molto offensivo, ho fornito 11 assist due anni fa, mentre lo scorso mi sono concentrato più sulla fase difensiva. Conterà la squadra, non il mio rendimento in campo. Vengo da un team che non vinceva il campionato in Olanda da 18 anni ed era quello uno dei miei primi obiettivi, ci siamo riusciti quest’anno. Dopo la vacanza ho ricevuto una chiamata dalla Roma e ho scelto abbastanza in fretta di venire qui. Però mi sento di impegnarmi con i tifosi, garantendo che faremo di tutto per vincere lo scudetto”.

A Pinzolo la prima volta di Monchi in lingua italiana
I giocatori della roma sono stati acclamati e festeggiati nella serata di sabato in piazza San Giacomo a Pinzolo, per la presentazione ufficiale, alla quale erano presenti anche Maurizio Rossini, amministratore unico di Trentino Marketing, il sindaco di Pinzolo Michele Cereghini e il presidente dell’Apt Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena Adriano Alimonta.
Un appuntamento che resterà nella storia recente, visto che per la prima volta il direttore sportivo della Roma Monchi ha parlato pubblicamente in italiano. Lo spagnolo ha voluto ringraziare il sindaco di Pinzolo, al quale ha consegnato una targa con lo stemma della Lupa, e il Trentino per la fantastica ospitalità e organizzazione che mette a disposizione della Roma. Ha poi voluto ringraziare i tifosi che hanno fatto molta strada per seguire la propria squadra nel ritiro ai piedi delle Dolomiti di Brenta. Italiano che è comunque da perfezionare, tant'è che nel cercare di esprimersi correttamente nella conferenza stampa di presentazione di Karsdorp gli è sfuggito un lapsus, citando il Siviglia anziché la sua nuova squadra. Forza dell'abitudine dopo i tanti anni di militanza nel club iberico.
Il sindaco Michele Cereghini ha contraccambiato i ringraziamenti, auspicando che la Val Rendena possa rappresentare un valore aggiunto per la stagione della squadra capitolina: “Confido che sia la squadra sia i tifosi possano apprezzare il nostro territorio e trascorrere una vacanza rilassante. Un’esperienza che possa rappresentare il primo tassello per una stagione ricca di gioie per i colori della Roma”.
Sulla disponibilità e la speranza che la collaborazione prosegua anche nelle prossime estati si è soffermato Maurizio Rossini: “Per noi è fantastico ospitare una tifoseria bellissima come quella della Roma, società con la quale è nato un rapporto fantastico e speriamo possa durare nel tempo. Questo è il terzo anno, ma ci piacerebbe molto potesse proseguire anche in futuro”.
In conclusione Adriano Alimonta ha fatto un grosso in bocca al lupo alla squadra: “Per la Roma parte un nuovo corso dopo stagioni di soddisfazioni. Speriamo che Pinzolo e la Val Rendena possano contribuire ad un’annata ricca di successi”.

Obiettivo valutare i giovani in ritiro
Eusebio Di Francesco ha fatto svolgere anche nella giornata di domenica due sedute di allenamento, con esercizi atletici, tanta tecnica con passaggi di prima, possesso palla e partitella finale, con l’obiettivo di valutare i tanti giovani a disposizione in questi giorni di ritiro. Allenamenti che sono stati seguiti da un discreto pubblico, non solo tifosi romanisti, quantificato dagli ingressi del tornello in 4867 entrate fra mattino e pomeriggio.
Doppia seduta di allenamento anche lunedì e due conferenze stampa. La prima con Diego Perrotti, la seconda, probabilmente, con il mister Di Francesco che presenterà la partita di martedì sera alle 17 contro la rappresentativa dell’Acd Pinzolo – Val Rendena.
I biglietti per entrambe le partite sono in vendita esclusivamente presso la biglietteria del “Villaggio Trentino” all’esterno dello Stadio Pineta dalle 14 alle 19 (martedì dalle 10 alle 18) al costo di 13 euro (posti a sedere tribuna), 10 euro (posti in piedi sul prato), mentre l’ingresso è gratuito per i bambini sotto gli 8 anni con adulto pagante.

L'allenamento della domenica

9 luglio - L'allenamento della domenica

8 luglio - Arriveranno i rinforzi chiesti dal nuovo mister Di Francesco

L’As Roma ha scelto Pinzolo, in Val Rendena, dove è in ritiro pre campionato fino a venerdì 14 luglio, per presentare alla stampa il nuovo giocatore Maxime Gonalons. Primo incontro con i giornalisti e subito in vetrina l’acquisto più importante concluso finora dal nuovo direttore sportivo Monchi, quasi a voler lanciare un messaggio forte ai tifosi che hanno alzato il naso per le cessioni di Salah, Paredes, Szczesny e se vogliamo pure il ritiro di Totti.
“Siamo soddisfatti e contenti di essere qui oggi per presentare Maxime Gonalons – ha esordito Monchi -. E’ un giocatore importantissimo nel calcio europeo, è sempre stato un mio obiettivo averlo, fortunatamente quest’anno ci sono state le circostanze per prenderlo. Siamo molto felici e grati per l’interesse mostrato da Maxime nell’accettare la nostra proposta”.
Il Ds ha poi risposto alle domande sul mercato: “Nainggolan resta alla Roma – ha ribadito -. Credo che il periodo di partenza di giocatori importanti sia terminata nel nostro Club. Ora è il momento di costruire una squadra che sarà completata con le opzioni di mercato che avremo a disposizione. Defrel? C’è ancora una distanza forte fra la nostra offerta e le richieste del Sassuolo. Ribadisco, noi non vogliamo pagare i giocatori al disopra del valore di mercato che riteniamo congruo”.
Il futuro di Totti? “Francesco si sta riposando – ha concluso Monchi -  e credo sia normale e logico che in un momento cruciale e importante della sua vita si prenda il tempo necessario per pensare. Lo stiamo aspettando con le braccia aperte, possiamo aspettarlo per sempre. Lui sarà sempre importante per la Roma. È una decisione però che spetta a lui e che prenderà al momento che riterrà più opportuno. Questa è casa sua, non deve nemmeno bussare: ha già le chiavi. Dopo una lunga e faticosa carriera si sta riposando e a noi non resta che aspettare ed evidentemente ci auguriamo che rientri”.
I riflettori sono poi passati su Maxime Gonalons, che ha spiegato i motivi per i quali ha scelto la Roma: “È un grande club ed i fatti si sono svolte molto rapidamente. Non appena ho visto che a Lione la situazione si faceva difficile non ho esitato a scegliere questo grande club, sono contento di essere un giocatore della Roma e farò del mio meglio per questo club”.
Il ruolo in campo? “Al mio fianco ho un grandissimo calciatore come De Rossi, che ammiro da tempo: per me è sempre stato un esempio. Ho voluto emulare il suo tipo di carriera, non sono riuscito a restare alla stessa squadra per tutto il tempo. Non mi resta che imparare da uno come lui, soprattutto considerando che il mio ruolo preferito è proprio davanti alla difesa”.
Due gli allenamenti che hanno affrontato i giocatori della Roma allo stadio Pineta, e sarà così anche fino all'ultimo giorno del ritiro venerdì 14 luglio, senza la mezza giornata canonica di riposo. Sono queste le indicazioni dell'allenatore Eusebio Di Francesco, un tecnico che assieme alla società sta rivoluzionando la squadra e che gode della stima di tanti tifosi e la testimonianza si è avuta dal tifo sugli spalti del campo di Pinzolo, che ha fatto registrare nell'arco della gioranta 4961 ingressi
Dopo l'allenamento e la cena calciatori e staff tecnico hanno animato piazza San Giacomo di Pinzolo per la presentazione ufficiale della squadra ai tifosi, appuntamento "mondano" che ha riempito il centro della Val Rendena.

Di Francesco

8 luglio - Il Mister Eusebio Di Francesco

Cryoterapia naturale con le gelide acque delle Dolomiti
Già nella prima giornata di allenamento integrale i giocatori dell’As Roma hanno potuto apprezzare le qualità rigeneranti di Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena. Mentre il resto della penisola italiana è invasa dal caldo e dall’afa africana, agli 800 metri di altitudine di Pinzolo gli atleti e i tifosi gradiscono la piacevole temperatura e l’aria pura che scende dalle Dolomiti di Brenta. Ma non solo. Grazie alle acque gelide e tonificanti del fiume Sarca i giocatori Perotti, Alisson, Florenzi, Gonalons e compagni hanno potuto praticare alcune sedute di cryoterapia naturale, immergendosi in vasche di acqua del fiume che si forma proprio a Pinzolo dai torrenti che scendono da Madonna di Campiglio e dal ghiacciaio Adamello-Presanella. Acqua ghiacciata che non tocca le temperature dei meno 190 gradi delle terapie del gelo, ma che consente un veloce recupero muscolare dopo le due sedute di allenamento giornaliere. Un importante valore aggiunto dunque quello che offre la Val Rendena ai calciatori e ai tifosi della Roma.
Attorno al campo d’allenamento i tifosi in questi giorni possono godere anche del refrigerio del parco Pineta, oppure salire in quota con gli impianti di risalita che partono dal paese per poi affrontare passeggiate, trekking, facili escursioni in mtb o e-bike con pedalata assistita. Per i più adrenalinici il Brenta Bike Park del Doss del Sabion offre da quest’estate 3 nuove piste, in totale 4 a disposizione di chi cerca emozioni più forti.

Cryoterapia
8 luglio - Cryo Bagno nell'acqua gelida del Sarca

Presentazione della squadra in piazza San Giacomo
Alle 212 tutti in piazza San Giacomo per la presentazione della squadra. Circa 500 tifosi hanno applaudito la squadra e lo staff tecnico al completo. In prima fila c'erano Florenzi, Monchi, Di Francesco, Perotti e Alisson. Molto applaudito è il mister Di Francesco “Il mio obiettivo era allenare la Roma e ce l’ho fatta, adesso manca il secondo obiettivo cioè raggiungere dei risultati. Abbiamo una squadra importante e adesso il direttore completerà l’opera”. Presentati anche i Karsdorp e Gonalons (unici due acquisti presenti in Val Rendena).

Presentazione della Roma

8 luglio ore 21 - Presentazione della Roma AS in piazza San Giacomo

7 luglio 2017 - La Roma AS è arrivata a Pinzolo

Nel pomeriggio di oggi la Roma AS è arrivata all'hotel Beverly di Pinzolo. 27 i giocatori accompagnati dall'allenatore Di Francesco. In serata una breve seduta di allenamento per prendere visione delle strutture al centro Pineta di Pinzolo.

Arrivo della Roma a Pinzolo

Arrivo della Roma a Pinzolo Arrivo della Roma AS all'hotel Beverly di Pinzolo

 

PROGRAMMA DEL RITIRO DELLA ROMA A PINZOLO nel 2017 >>>

Stadio Pineta Pinzolo Stadio Pineta di Pinzolo

Roma a Pinzolo La Roma e le Dolomiti di Brenta

Allenamento nel verde di Pinzolo

Madonna di Campiglio, con il suo fascino internazionale, la pittoresca Pinzolo e i paesini incastonati tra gli splendidi paesaggi della Val Rendena rappresentano non solo il luogo ideale dove staccare la spina dopo un inverno trascorso in città, ma anche un’occasione unica per godere uno dei migliori esempi di natura alpina incontaminata: il Parco Naturale Adamello Brenta, maestosa cornice di tutto il territorio. Perfetti per godere i mesi estivi tutti insieme, adulti e bambini, questi luoghi sono anzitutto un vero e proprio paradiso per gli appassionati della vacanza attiva grazie alla possibilità di praticare ogni tipo di sport in un’immensa palestra a cielo aperto. Dal trekking alla mountain bike con i tour delle Dolomiti di Brenta, all’arrampicata e alle vie ferrate per gli animi più sportivi. E ancora il relax della pesca in torrenti e laghi e il parapendio con emozionanti lanci dal Doss del Sabion. Non mancano poi splendide passeggiate su una rete di sentieri di oltre 400 Km, che si snoda a diversa altitudine e in molteplici habitat per fauna e flora, e il nordic walking con più di 30 Km da percorrere nel cuore delle Dolomiti di Brenta tra antiche malghe, boschi millenari e vette imperiose. Per finire, il divertimento del dog trekking con simpatici cani husky, tennis e nuoto nelle più moderne strutture sportive, pattinaggio presso lo stadio del ghiaccio di Pinzolo e il golf più esclusivo, con due green fra i più belli al mondo: il Golf Club Campo Carlo Magno e il Golf Club Rendena.

Dunque sport per tutti i gusti ma non solo: benessere e salute trovano a Madonna di Campiglio e Pinzolo uno dei paradisi prediletti dagli amanti della Spa e dei Wellness Center, grazie alla presenza di strutture tra le più rinomate e attrezzate di tutto l’arco alpino. Per quanti inoltre volessero godere la vacanza dedicandosi alla cura del proprio corpo ecco poi la grande ricchezza della Val Rendena: l’acqua sorgiva, pura e ricca di elementi oligominerali e autentico tesoro delle Terme Val Rendena Fonte S. Antonio. Un full immersion nel benessere che prosegue anche a tavola grazie alla squisita offerta enogastronomica locale: cibi salutari e dal sapore genuino, declinati in piatti d’eccellenza da chef di grande esperienza, con menù caratteristici all’insegna del gusto autentico e dell’originalità.

Francesco Totti Francesco Totti a Pinzolo (foto La Presse)

Skiarea Madonna di Campiglio Val Rendena Val di Sole

Turismo in Trentino

Salvaterra.biz - RoyalAccommodations.com - About-Maremma.com | E-mail: info@agraria.org - Privacy